Sugoli polesani
Elisa da Rovigo

Ecco la ricetta dei sugoli polesani, un dolce gustoso, tipico del periodo della vendemmia e soprattutto personalizzabile. Infatti è proprio chi cucina a decidere quanta farina o zucchero utilizzare a seconda delle proprie esigenze.

Procedimento:
lavate accuratamente l’uva, granatela e setacciate gli acini. Per fare il mosto potete passare il composto in un passa verdure per eliminare bucce e semi. Oppure, se ne avete la possibilità, potete adoperare la centrifuga per la frutta. Raccogliete quindi il succo in una terrina.

Mettete il succo appena fatto, in una pentola utilizzando un mestolo. Per ogni mestolo di mosto, dovete addizionare un cucchiaio di farina e mezzo di zucchero se l’uva è particolarmente aspra. Addolcite a vostro piacimento. Prestate attenzione affinché la farina non formi grumi.

Fate cuocere, mescolando costantemente per evitare si attacchi al fondo, per venti minuti circa. Finita la cottura, travasate in stampi o in un contenitore e mettete a raffreddare. Quando si saranno raffreddati, riponeteli in frigo.

I sugoli polesani vanno serviti freddi e dovrebbero essere piuttosto sodi ma se preferite una versione più morbida basterà diminuire la farina.

Buon appetito!

Suggerimenti:

eventualmente, per servirli come un piccolo sformato dolce, suggerisco di bagnare il contenitore per toglierli agilmente dallo stampo.  

Se volete sperimentare e provare a cucinare dei sugoli più particolari, potete usare l’uva fragola. La ricetta originale prevedeva che fosse utilizzato il mosto del clintòn ma da quanto ne è stata proibita la commercializzazione si fa con uva nera generica.

Difficoltà: semplice

Preparazione: 1 ora

INGREDIENTI

  • Uva nera 1kg
  • Farina 00
  • Zucchero (facoltativo)
Contattaci

Si informa che questo sito utilizza cookie anche di terze parti. Se si desidera saperne di più leggere l'informativa. Se si vuole negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie cliccare qui. Continuando con la navigazione si acconsente all' utilizzo dei cookie

OK